Trend P/E 2017 | Performante e glam, il look si rifà al mondo active

Condividi l'articolo

di giovanni de ruvo (styling) | marcello junior dino (foto) | davide blasigh (testo e integrazione online moda/beauty)

In un’epoca controversa, accusata da molti di essere contraddistinta dalla carenza di forti ideali, se la politica divide, la competizione atletica unisce. E attrae, radunando da tutti gli angoli del globo, sempre più partecipanti e spettatori. Protagonisti in campo o presenti sugli spalti, tutti sono soggetti al fascino dello sport che da qualche decennio detta legge non solo nel campo dell’abbilgiamento strettamente tecnico, ma anche in quello dell’everyday wear.

Se prima le scarpe da ginnastica servivano, per l’appunto, a praticare l’attività fisica nell’ambiente circoscritto della palestra, oggi sono le calzature prescelte all’unanimità nella vita di tutti i giorni, da utilizzare per passeggiare in strada, ma anche, sempre più spesso e volentieri quando consentito, per recarsi in ufficio. La tuta non viene più impiegata unicamente per riscaldarsi in vista degli allenamenti, ma anche come completo casual per il weekend.

Non si fa più uso esclusivo dei doposci in montagna per raggiungere le piste innevate, ma anche in città per affrontare l’inverno urbano ormai agli sgoccioli. Questa tipologia di abbigliamento sportivo è dunque tale solo nell’apparenza, e anche se deriva dall’esperienza maturata durante la pratica agonistica, nei fatti non lo è, ma si lega piuttosto alla sfera del tempo libero. E diventa moda.

Così facendo, da una parte, si perdono le accezioni competitive dell’attività sportiva, dall’altra si esaltano però le sue qualità ludiche. Che diventano funzionali al concetto stesso di tendenza. L’abbinamento di sneakers e felpe a capi formali è una delle scelte predilette dalgi stilisti per rompere le regole, per rinnovare un look classico e allo stesso tempo renderlo accessibile a tutti.

La praticità dei tessuti tecnici si sposa benissimo con i tagli dal sapore sartoriale, che insieme danno una connotazione interessante a pantaloni sobri e camicie tradizionali. I materiali all’avanguardia e ad alta performance tecnologica sono congeniali alle esigenze dei capispalla primaverili. Per non tralasciare poi l’impagabile fattore emotivo, perché indossare un capo dall’animo sportivo fa rivivere le emozioni e l’entusiasmo del rito che coincide con il match o l’esibizione artistica. Prerogativa, questa, davvero unica.